Home - Le Altre Partecipanze Emiliane - Contatti
  CONSORZIO DEI PARTECIPANTI DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO
  Che Cos'è la Partecipanza
  Sede e Altre Strutture
  Attività
Ultime news del Consorzio dei Partecipanti
 23/12/2013
 avviso
 
BANDO PER LA CONCESSIONE DI TERRENI A DESTINAZIONE AGRICOLA

ESTRATTO

Il Consorzio dei Partecipanti di San Giovanni in Persiceto, quale Ente esponenziale dell’antica Comunità dei Partecipanti, a seguito dell’incarico da questo ricevuto, intende concedere in godimento e conduzione terreni coltivabili siti in Comune di San Giovanni in Persiceto (BO) in esecuzione della deliberazione consiliare n. 211 del 16.12.2013 .
Premesso che in data 26 Ottobre 2013 si è proceduto all’assegnazione delle quote ai Partecipanti a mente degli artt. 48 e ss. dello Statuto Consorziale.
Considerata la facoltà dell’assegnatario di rinunciare all’assegnazione novennale in favore del Consorzio che ne acquisisce la disponibilità.
Premesso che ai sensi dell’art. 94 dello Statuto Consortile è consentito ai Partecipanti la cessione a terzi della quota di loro pertinenza durante il periodo novennale di assegnazione.
Ai sensi del Decreto Legislativo 18/05/2001 n. 228, Capo II, art. 6 recante “Utilizzazione agricola dei terreni demaniali e patrimoniali indisponibili”.
Considerato che il Consorzio intende concedere in conduzione a terzi i terreni oggetto di rinuncia da parte dei consorziati onde rendere produttivi gli stessi.
Premesso che la assegnazione si intenderà perfezionata attraverso la stipula di apposita convenzione ex art. 45 Legge del 03/05/1982 n. 203, come disciplinato dall’accordo collettivo provinciale sottoscritto in data 23/11/2007 tra le Organizzazioni Professionali Agricole se ed in quanto applicabili al dedotto contratto.
Tanto premesso e considerato il Consorzio dei Partecipanti rende pubblico il presente bando con il precipuo fine di addivenire alla stipulazione dei contratti di concessione di cui si è detto e ciò seguendo le condizioni di contratto appresso specificate.
CONDIZIONI DEL CONTRATTO
1) Oggetto
Costituiscono oggetto della concessione diversi terreni, suddivisi in lotti portanti il numero dal 1 al 119 di diverse dimensioni posti in Comune di San Giovanni in Persiceto (BO) come meglio specificati nel bando integrale e nelle mappe della LXX Divisione Novennale.
I terreni saranno concessi a corpo e non a misura, quindi ogni annessione o difetto rispetto alla superficie catastale complessiva indicata non comporterà alcuna variazione del canone e delle altre condizioni della concessione. Pertanto l’offerta economica deve intendersi a corpo e non a misura.
Per l’esatta individuazione dei terreni fanno fede le planimetrie catastali e della LXX Divisione Novennale agli atti del Consorzio dei Partecipanti e visionabili presso la segreteria negli orari d’ufficio a San Giovanni in Persiceto in Corso Italia n. 45.
2) Durata
Il rapporto di concessione in assegnazione in godimento e conduzione avrà inizio in data 30/09/2014 con scadenza irrevocabile in data 29/09/2023 senza necessità di disdetta alcuna che si intende si da ora data e accettata.
3) Canone
1. Il canone base per la assegnazione dei poderi in oggetto è fissato in € 5.000,00 (cinquemila e zero centesimi) per “parte” e per l’intera durata del contratto (9 anni). Il canone verrà pagato per tutto il periodo in due rate anticipate l’una pari al 50% entro il 31.01.2014, l’altra per la rimanente somma a saldo entro il 28.02.2014 contestualmente alla sottoscrizione del contratto.
2. Limitatamente ai lotti n. 31, 36, 91, 96, 100 il canone base per l’assegnazione è fissato in € 1.000,00 (mille e zero centesimi) annuali per “parte”. Il canone verrà pagato in via anticipata annualmente entro il 29 settembre a cominciare dall’anno 2014.
4) Redazione del contratto di assegnazione
Il contratto di assegnazione verrà redatto secondo l’allegato 2 di cui al presente bando.
5) Spese
1. Le spese inerenti la redazione del contratto e l’assistenza delle Organizzazioni Sindacali sono a carico dell’assegnatario il quale si impegnerà a corrispondere al Consorzio dei Partecipanti il contributo annuo fissato ai sensi di Statuto e commisurato all’estimo assegnato alle singole parti. Rimane a carico del Partecipante primo assegnatario il pagamento del Contributo Straordinario dovuto per il ritiro della Cedola di Possesso.
2. Limitatamente ai lotti n. 31, 36, 91, 96, 100 ,essendo il canone annuale onnicomprensivo, rimangono a carico del partecipante primo assegnatario il pagamento del Contributo annuo fissato ai sensi di Statuto così come pure il Contributo per il ritiro della cedola di possesso.
CONDIZIONI E NORME DI ASSEGNAZIONE

L’assegnazione verrà effettuata a chi avrà presentato l’offerta più vantaggiosa secondo il punteggio indicato nell’allegato 1 e 1/a “Schema di domanda/offerta” parte integrante e sostanziale del presente bando.
Il canone a base della selezione è di € 5.000,00 (cinquemila e zero centesimi) per “parte” e per l’intero periodo di durata del contratto (9 anni).
Limitatamente ai lotti n. 31, 36, 91, 96, 100 il canone a base di selezione è € 1.000,00 (mille e zero centesimi) annuali per “parte”
Si precisa che il canone base è stato calcolato tenuto conto che insieme al terreno non vengono assegnate quote PAC seminativi o altro.
Per partecipare all’assegnazione i concorrenti dovranno allegare alla domanda assegno circolare intestato al Consorzio dei Partecipanti quale deposito cauzionale infruttifero di importo pari al 5% del canone a base dell’assegnazione e per l’intero numero di “parti” di cui è composto il lotto, a titolo di garanzia ed a pena l’esclusione.
Limitatamente ai lotti n. 31, 36, 91, 96, 100 per partecipare all’assegnazione i concorrenti dovranno allegare alla domanda assegno circolare intestato al Consorzio dei Partecipanti quale deposito cauzionale infruttifero di importo pari a € 1.000,00 , a titolo di garanzia ed a pena l’esclusione
Tale somma non può essere costituita tramite fidejussione bancaria, né mediante polizza fidejussoria assicurativa.
A coloro che non risulteranno assegnatari saranno restituite le cauzioni infruttifere mentre quella costituita dall’assegnatario sarà trattenuta a titolo di caparra ed incamerata qualora il medesimo non addivenga, nei tempi e con le modalità stabilite dal Consorzio dei Partecipanti alla stipulazione del contratto fatti salvi i maggiori danni.
L’offerta, corredata da marca da bollo da € 16,00 dovrà essere compilata secondo lo schema ed indirizzata al Consorzio dei Partecipanti di San Giovanni in Persiceto, Corso Italia n. 45, e dovrà pervenire allo stesso, anche a mezzo del servizio postale, entro le ore 12,00 del giorno 21 Gennaio 2014.
In caso di invio per mezzo del servizio postale il Consorzio dei Partecipanti è sin d’ora sollevato da ogni responsabilità nell’ipotesi in cui il plico giungesse oltre i termini previsti dal presente bando.
Ciascun richiedente dovrà compilare sotto la propria responsabilità e per quanto di sua attinenza, la griglia di selezione riportata nel modulo e calcolare il relativo punteggio. L’aumento minimo è fissato in € 50,00 (cinquanta e zero centesimi) o multipli di € 50,00 (cinquanta e zero centesimi).
La domanda di assegnazione dovrà essere sottoscritta dal richiedente, se persona fisica, o dal legale rappresentante nel caso di società.
La domanda di assegnazione con il relativo assegno per la somma di deposito cauzionale dovrà essere contenuta in una busta chiusa portante all’esterno l’indicazione “OFFERTA PER L’ASSEGNAZIONE DEL LOTTO N. _______” e dovrà essere contenuta in una ulteriore busta chiusa e controfirmata sui lembi di chiusura, portanti l’annotazione “Contiene offerta per l’assegnazione di terreni agricoli di cui al bando del 20.12.2013”.
Le domande che pervenissero in forma diversa da quella prescritta e quelle che, per qualsiasi motivo, sia pure di forza maggiore, giungessero in ritardo, non saranno ritenute valide, anche se sostitutive od aggiuntive di offerte precedenti pervenute regolarmente ed in termini.
Non saranno altresì prese in considerazione eventuali offerte condizionate o incomplete. L’offerta dovrà essere formulata in Euro. L’offerta dovrà essere indicata sia in cifre che in lettere, in caso di discordanza tra il prezzo indicato in cifre e quello indicato in lettere, sarà ritenuta valida l’offerta più vantaggiosa per il Consorzio.
Ai sensi del vigente Statuto Consorziale chiunque avesse debiti con il Consorzio o liti pendenti non potrà partecipare al presente bando pena l’esclusione.
La presentazione della domanda comporta l’integrale accettazione, in caso di aggiudicazione, delle condizioni del presente bando e dell’accordo collettivo citato in premessa.
AGGIUDICAZIONE

Il giorno 22 Gennaio 2014 alle ore 9,00 in seduta pubblica, alla presenza del notaio, presso la sede del Consorzio dei Partecipanti, si provvederà all’apertura delle offerte pervenute, alla verifica della loro regolarità ed a formulare la relativa graduatoria. L’assegnazione sarà fatta all’offerente che avrà presentato l’offerta più vantaggiosa che dovrà essere comunque superiore (di € 50,00 o multipli di € 50,00) o pari al prezzo base della selezione. Le offerte inferiori saranno considerate non valide.
L’aggiudicazione provvisoria avverrà a favore di chi avrà presentato l’offerta il cui punteggio totale risulterà il più alto fra quelli indicati nelle varie offerte presentate. Nel caso di presentazione di offerte aventi uguale punteggio, si procederà a gara migliorativa fra gli stessi offerenti. In tal caso si procederà seduta stante qualora gli offerenti siano tutti presenti con gara diretta tra le stesse parti e con offerte verbali in aumento; diversamente si provvederà alla convocazione degli interessati. La gara migliorativa dovrà essere espletata, alla presenza del notaio, in seduta pubblica, entro e non oltre 30 giorni dalla data della prima aggiudicazione. Delle operazioni di cui sopra ne verrà dato resoconto nell’apposito verbale di aggiudicazione.
L’aggiudicazione ha efficacia meramente obbligatoria tra le parti. Mentre vincola ed impegna immediatamente l’offerente lo sarà per il Consorzio solo dopo la verifica dei requisiti soggettivi ed oggettivi dell’offerente stesso oltre che della veridicità degli elementi dichiarati per l’ottenimento del punteggio (art. 71 e 75 D.P.R. 445/00), la verifica del mancato esercizio ai sensi dell’art. 4 bis della legge 203/82 e la conseguente approvazione da parte del Consiglio Amministrativo del Consorzio dei Partecipanti come previsto dalla delibera n. 211 adottata in seduta del 16.12.2013.
Il Consorzio dei Partecipanti procederà all’assegnazione anche in presenza di una sola offerta purché, almeno, pari al canone previsto quale base della selezione..


Scritto da : consorzio
 
       
 19/10/2013
 DALLE ORIGINI ALLA LXX DIVISIONE, MOSTRA DOCUMENTARIA, 19/10/2013 - 11/01/2014
 
Sabato 19 ottobre ore 11
Sala del Consiglio Comunale
inaugurazione della mostra dei documenti d'archivio del Consorzio dei Partecipanti "DALLE ORIGINI ALLA LXX DIVISIONE" a cura di Raffaella Scagliarini e del progetto Il confine che non c'è. Bolognesi - Modenesi uniti nella terra di mezzo.
intervengono:
Vittorio Cocchi - Presidente del Consorzio dei Partecipanti di San Giovanni in Persiceto
Renato Mazzuca - Sindaco di San Giovanni in Persiceto
Euride Fregni - Direttore dell'Archivio di Stato di Modena
Sonia Camprini - Assessore alla cultura del Comune di San Giovanni in Persiceto

19 ottobre 2013 - 11 gennaio 2014
androne Palazzo comunale, 1 piano
orari di apertura
dal lunedì al venerdì 8,30 - 19,00
sabato 8,30 - 13, domenica e festivi chiuso

Questo è un anno speciale per la Partecipanza e la Comunità di San Giovanni in Persiceto: nel rispetto di una tradizionale
cadenza novennale, si rinnova un patto stipulato tra Persicetani oltre 6 secoli fa.
È l’anno delle Divisioni delle terre, ma più propriamente è l’anno delle Assegnazioni delle terre, quelle -in parte – anticamente dissodate, strappate ai paludosi boschi della Bassa e tenacemente rese fruttifere nel tempo.
Un colossale sforzo di fatiche e sudore con roncole e vanghe, di dispendi economici e progetti ingegneristici per l’irrigimentazione di acque e fiumi, ha tenuto unite e solidali intere generazioni ed ha trasformato un selvatico territorio d’uso comune in un paesaggio di ordinati appezzamenti, definiti e separati.
Queste terre “divise” vennero assegnate secondo precise regole agli “originari” abitanti del castello di San Giovanni in epoca rinascimentale, attorno al 1542, mentre il nome di “repartantes” è già documentato nel 1459.
Non fu un vantaggio solamente per pochi: l’impegno collettivo di amministrare e rendere produttive le terre, il commercio delle derrate prodotte, hanno contribuito sensibilmente a definire identità, coesione e sussistenza dell’intera Comunità.
Scritto da : consorzio
 
       
Sono presenti 2 news.
© Copyright Consorzio dei Partecipanti di San Giovanni in Persiceto - Corso Italia, 45 - 40017 - San Giovanni in Persiceto (Bo) Tel. 051.821134